El Ghibli - rivista online di letteratura della migrazione

canti di zingari finlandesi

anonimo

Rom

Avevo quindici anni quando lasciai la casa,
Era veramente troppo presto per me.
Pap era morto da vari anni
E mamma immobilizzata dalla malattia.

Ho posto fine alla danza e al gioco delle carte
E nello stesso tempo alle bicchierate.
Bere alcool m'ha viziato il carattere
Ed ora sono in prigione.

Le donne mi domandano perch erro tutte le sere
E perch non mi fermo mai.
Da solo mi sono fermato, da solo canto,
Da solo ho scacciato il vizio dalla mia mente.

**

Sulle colline del paradiso smagliante di candore
Gli eletti hanno vesti di seta pura.
L essi vivono in una bella casa.
Vicino vi il Signore.
Sulla strada dorata delle colline del paradiso
L'uomo non pianger mai pi.
Vi un mare di cristallo e di palmizi
Ed arcangeli cantano.
Il paradiso bianco come un prato fiorito.
La notte non verr mai, e sar sempre giorno.
Il sole non tramonter mai, l'oscurit finita
Si sono scacciate tutte le ombre qui


Italiano

Debhe varhe berehna cresta jommas,
douva sas mangeki telliba.
Dd hin manna jo bt berch mlo
ja dj panna pahhula dukati.
Nikki mekk celliba ta pelehkengo dben,
cerkiaki pben ikkennes.
Cerkiaki pben ilako jinta anjas
ja kjelo behh flottju.
Jja dla puhte, soske vellako tja vanr'veha,
Jja dla puhte, soske mekkeha.
Iekes me mekk, iekes me laol,
iekes na mekk me jintata.

**

Apo himlako hoffos ar parniba klr
kli baxtalen hin koni ddide phar.
Dri divena joun are rankano chr,
adoj Raj alti xela nr.

Apo himlako hoffesko sonako drom
chekkar rouvela butte jk innasto rom.
Baro kristaloxuns
hin palmensa doj,
kurke engli ni dabbena, oj.
Hila himla hin parni, jk blumjako thn.
Rat na vela chekkar, hin dves bi kn.
Kham na tljula butte, hin tamliba hlt,
sakka svalaka dotta hin t.

Home | Archivio | Cerca

Supplemento

(ISSN 1824-6648)

alle porte della città

A cura di raffaele taddeo

 

Archivio

Anno 5, Numero 20
June 2008

 

 

©2003-2014 El-Ghibli.org
Chi siamo | Contatti | Archivio | Notizie | Links